Carrello
cannabis

Cannabis e violenza domestica: la correlazione

Negli ultimi anni i casi di violenza domestica sono addirittura aumentati, complice anche la pandemia da cui ancora non siamo usciti. Il Covid-19, infatti, ha costretto a diversi lockdown e questo non ha fatto altro che complicare ancora di più le situazioni già precarie e pericolose. Si tratta di un argomento delicato che merita di essere trattato con attenzione. Ma cosa c’entra la violenza domestica con la cannabis? A primo impatto sembrano due argomenti che non hanno niente in comune. Tuttavia, esiste una correlazione confermata da alcuni studi specifici.

Normalmente le ricerche sulla cannabis si concentrano sugli effetti e sulla salute dell’individuo. Quando, però, si vuole valutare l’impatto generico di una determinata sostanza, è fondamentale considerare anche gli effetti che questa può avere sulle relazioni tra persone. In questo articolo vi parleremo della correlazione tra cannabis e violenza domestica, riportandovi gli studi effettuati fino ad oggi.

Uso di sostanze e violenze domestiche

Ci sono due stereotipi quasi opposti piuttosto diffusi: il primo dice che le persone che assumono erba spesso risultano essere le più rilassate e innocue; il secondo, invece, coinvolge tutte quelle persone che sostengono che la cannabis sia una droga e che sia responsabile di comportamenti violenti. In realtà ci sono delle precisazioni da fare.

E’ cosa certa che l’abuso di sostanze sia un fattore di rischio importante nella previsione di violenze domestiche. Diversi studi, infatti, confermano la forte correlazione tra l’abuso di alcol e/o droghe e le violenze domestiche all’interno delle coppie. Le ovvie conclusioni sono che l’uso di determinate sostanza può influenzare il comportamento e provocare atti di violenza. Inoltre, diverse combinazioni di sostanze possono causare esiti differenti. È più probabile, ad esempio, che alcol e cocaina portino a commettere violenze, mentre cannabis ed oppioidi sono maggiormente associati alle vittime di abusi.

Gli studiosi hanno cercato di capire anche se l’uso di droghe potesse essere usato per prevedere l’insorgenza di violenze all’interno delle coppie. I dati emersi hanno riscontrato che nei maschi l’uso di alcol e cannabis prevedeva contemporaneamente la perpetrazione e/o la vittimizzazione nelle violenze domestiche. Nelle donne, invece, erano l’uso di alcol e cocaina i fattori che potevano determinarne la previsione.

Non è così facile affermare che l’uso di sostanze porti a maggiori probabilità di commettere abusi. Tuttavia, sembra probabile che in una relazione, all’interno della quale si verificano violenze domestiche, siano anche coinvolte sostanze stupefacenti.

Qual è la correlazione tra cannabis e abusi domestici?

Attualmente risulta piuttosto difficile trarre una conclusione certa, sia in positivo che in negativo. Ancora più difficile è affermare se l’uso di cannabis giochi un ruolo causale o se costituisca un sintomo di qualcos’altro.

Cannabis, violenza domestica e uso di armi – Università della Pennsylvania

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania, negli stati dove la cannabis è legale c’è una diminuzione del 20% dei casi di gravi lesioni causate da violenza domestica.

Gli esperti hanno analizzato i dati sulle violenze domestiche provenienti da 22 stati Usa tra il 2005 e il 2016. Il fatto che non si sia registrata un’analoga diminuzione a livello nazionale, rende il dato ancor più incisivo. Questo significa, infatti, che la diminuzione delle violenze all’interno delle mura domestiche è emersa solo negli stati che hanno legalizzato la cannabis.

Ma perchè questi risultati? I ricercatori affermano che purtroppo non si può dare una risposta certa. Tuttavia ipotizzano che il risultato sia dato dal fatto che la cannabis, dove è legale, venga spesso usata come sostanza sostitutiva dell’alcol. Quest’ultimo è normalmente legato ad un aumento degli abusi, ma la cannabis costituisce un elemento più sostitutivo che complementare. Pertanto si può pensare che sostituire la marijuana all’alcol contribuisca a diminuire i casi di violenza.

Secondo la ricerca, inoltre, negli stati dove la cannabis è legale si è registrata una diminuzione del 23,1% degli incidenti che coinvolgono l’uso di armi da fuoco. Questi dati sono molto importanti, in quanto dimostrano come la legalizzazione della cannabis contribuisca anche a creare una società meno violenta.

Cannabis e violenze domestiche – Università di Buffalo

Uno degli studi più importanti circa questa correlazione, è stato effettuato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Buffalo. Essi hanno studiato per ben nove anni un campione di 634 coppie. Questa ricerca scientifica è stata successivamente pubblicata sulla rivista americana “Psychology of Addictive Behaviors” e rappresenta il primo studio analitico sul rapporto tra cannabis e violenza domestica.

Gli esperti hanno monitorato le coppie durante i primi nove anni di matrimonio, analizzando i casi di abusi domestici, comprese le violenze di tipo fisico, sessuale, psicologico, verbale ed economico.

Secondo i dati emersi “il consumo di marijuana da parte di almeno un partner all’interno della coppia ha generalmente comportato un tasso di Ipv (intimate partner violence) meno frequente”. Ma non finita qui; i tassi di violenza, infatti, scendono ulteriormente se entrambi i coniugi utilizzano cannabis. “Le coppie in cui entrambi i coniugi hanno utilizzato frequentemente marijuana, hanno dimostrato i livelli più bassi di Ipv“ conferma la ricerca.

Gli studiosi sono certi che siano necessarie ulteriori ricerche per convalidare i risultati, sostenendo che si tratti di dati molto importanti per la salute pubblica.

La ricerca americana non è la prima che dimostra come il consumo condiviso di cannabis possa giovare alla coppia sotto molti aspetti. Un altro studio americano, pubblicato sulla rivista “The journal of sexual medicine” ha dimostrato, infatti, come il consumo di cannabis sia correlato anche ad una maggiore e migliore vita sessuale. I dati emersi hanno confermato che coloro che assumono cannabis fanno sesso circa il 20% in più di chi invece non ne fa uso.

Conclusioni

Gli studi sulla correlazione tra l’uso di cannabis e le violenze domestiche sono ancora scarsi. Quelli focalizzati sull’uso di marijuana sono pochissimi e anche in questi casi i ricercatori faticano ad isolare l’uso di erba da altri possibili fattori. Tuttavia confidiamo nel progredire della scienza e restiamo in attesa di nuovi dati positivi.

Nel frattempo vi invitiamo a visitare il nostro store, dove potrete trovare prodotti unici e offerte imperdibili.

Cosa aspettate? Cliccate qui!