Carrello
Cristalli CBD

Cristalli CBD: cosa sono e come si utilizzano

La canapa, grazie alla sua struttura particolare, è una delle materie prime più versatili al mondo. Le piante, infatti, possono essere lavorate e trattate in tantissimi modi, così come possono essere usate per molteplici scopi. Negli ultimi anni si è diffusa in particolare una tecnica di lavorazione che prevede l’estrazione di cristalli. Si tratta di una lavorazione piuttosto delicata e raffinata, che consente di ottenere i famosi cristalli CBD, estratti di cannabinoidi che raggiungono livelli massimi di purezza.

In questo articolo vi spiegheremo cosa sono esattamente i CBD crystals, come si ottengono e come vengono utilizzati, andando ad analizzare tutti i loro benefici. Continua a leggere per saperne di più!

Cosa sono i cristalli CBD e come si ottengono

La cannabis contiene molte sostanze, tra cui il CBD, o cannabidiolo, un principio attivo dalle numerose proprietà. I cristalli sono la forma più pura di CBD e per ottenerli gli estratti di cannabidiolo subiscono varie fasi di trasformazione e raffinazione. Dalla pianta di cannabis vengono rimossi i terpeni, i flavonoidi e gli altri principi attivi, tranne il CBD. Da questo processo ne derivano dei cristalli, chiamati anche frantumi, con altissime quantità di cannabidiolo, in percentuali che vanno dal 97 al 99%.

Le molecole isolate di CBD si estraggono dalla pianta con un metodo estremamente delicato, chiamato estrazione con CO2 supercritica. Si tratta di un processo che prevede l’immissione di materie prime e di anidride carbonica allo stato supercritico all’interno di un macchinario chiuso. Questo presenta al suo interno una pressione e una temperatura tali da permettere l’evaporazione del CBD, che viene quindi estratto allo stato puro.
I cristalli, oltre ad una percentuale altissima di CBD, possono contenere anche piccole percentuali di terpeni, elementi che contribuiscono a dare profumo e aroma alla pianta.

La produzione di cristalli di CBD prevede l’eliminazione assoluta di THC, pertanto i cristalli CBD non agiscono in alcun modo sulla psiche; i loro effetti sono, infatti, esclusivamente corporei.

Cristalli CBD: quali sono i benefici?

Essendo prodotti che presentano quasi esclusivamente cannabidiolo, i cristalli CBD presentano gli stessi effetti del cannabinoide. Esso agisce sul sistema endocannabinoide del corpo umano, un sistema biologico costituito da endocannabinoidi, i quali incidono sul sistema nervoso centrale e periferico. Il sistema endocannabinoide è coinvolto nella regolazione di tantissimi processi fisiologici e cognitivi. I cristalli CBD, grazie alla loro purezza, garantiscono un effetto immediato ed efficace. Il CBD è noto per le sue innumerevoli proprietà:

Per quanto riguarda gli effetti collaterali dei cristalli di CBD, questi potrebbero dare sonnolenza e abbassare la pressione, dunque il loro utilizzo è sconsigliato prima di mettersi alla guida e nelle persone che soffrono di ipotensione.

Come si usano i cristalli CBD?

Le modalità di assunzione dei cristalli CBD sono diverse. Si tratta, infatti, di un prodotto estremamente versatile, grazie al fatto di essere inodore e insapore. Di seguito vediamo quali sono i principali metodi di assunzione.

Mediante vaporizzazione

L’assunzione tramite vaporizzazione è sicuramente la scelta più apprezzata e diffusa dai consumatori. E’ necessario essere in possesso di un vaporizzatore, che deve avere 2 caratteristiche fondamentali:

  • la possibilità di impostare una temperatura specifica, che in questo caso è compresa tra 160° e 180°C;
  • deve essere idoneo anche a contenere liquidi: i cristalli, quando raggiungono la temperatura ideale, si sciolgono, formando quindi un liquido oleoso.

Queste caratteristiche sono importanti per far sì che l’olio non rappresenti un problema per la pulizia e la manutenzione del dispositivo.

Assunzione per via sublinguale

Il metodo più semplice per ingerire i cristalli di CBD è costituito dall’assunzione per via sublinguale: essi vanno posizionati sotto la lingua, mantenuti per almeno 60-90 secondi prima di ingerirli. Solo così, infatti, il principio attivo potrà entrare rapidamente in circolo nel sistema circolatorio, massimizzando gli effetti del CBD.

Tramite prodotti edibili

Un’alternativa che prevede ugualmente l’ingestione è quella di mescolare i cristalli CBD ad ingredienti alimentari. Il cannabidiolo è una sostanza liposolubile, ciò significa che si scioglie e si mescola con liquidi grassi, come ad esempio latte, burro, olio.

Pertanto è possibile aggiungere il cannabidiolo a qualsiasi piatto, tenendo presente, però, che il principio attivo potrebbe evaporare se esposto a temperature particolarmente alte (superiori ai 180°C).

Un altro modo semplice per usare la polvere di cristallo di CBD è aggiungerlo alla bevanda preferita. Si mescola perfettamente con caffè, tè, succo di frutta o frullati.

Uso topico

Recentemente molte case farmaceutiche e cosmetiche hanno introdotto prodotti destinati ad uso topico a base di CBD, come creme, lozioni, unguenti. Questi prodotti sono utili per il trattamento di eventuali sintomatologie dolorose e manifestazioni infiammatorie. Date le proprietà terapeutiche, analgesiche, antiossidanti e antidolorifiche tipiche del cannabidiolo, questi prodotti si rivelano particolarmente efficaci nel trattamento locale del dolore. Tuttavia, è possibile preparare anche una crema viso o corpo al CBD, sciogliendo all’interno di un idratante alcuni cristalli CBD.

Una delle patologie più comuni per cui viene utilizzato il CBD è la psoriasi, un’infiammazione della pelle.

Tramite dabbing

Uno dei metodi più diffusi per l’assunzione di cristalli CBD è il dabbing. Questo consiste nel fondere il concentrato e inalare il vapore. In questo caso è necessario procurarsi il materiale idonea, che comprende un bong in vetro ‘Oil Rig’, un dabber, un accendino a fiamma ossidrica e, naturalmente, l’estratto di CBD. Basterà mettere i cristalli sullo strumento, riscaldare il ‘nail’ del dab con la fiamma, aspettare 30-60 secondi perché si raffreddi un po’, mettere i cristalli sull’unghia per scioglierli e inalare. Gli effetti saranno quasi immediati, il che è un vantaggio rispetto ad altri metodi. Questo è il modo più efficiente di consumare cristalli CBD, oltre ad essere quello che offre il gusto migliore.

Conclusioni

I cristalli CBD sono sicuramente un prodotto nuovo sul mercato, ma grazie alla loro versatilità siamo certi che il loro utilizzo si diffonderà ancora di più. Ad oggi sono numerosi gli e-commerce che offrono cristalli al CBD di alta qualità.

Noi di CBD Therapy ti invitiamo a visitare il nostro store online per scoprire i nostri prodotti.

Cosa aspetti? Clicca qui!