Carrello
musei della cannabis

Musei della cannabis nel mondo

Condividi l'articolo!

Sapevate che esistono dei veri e propri musei della cannabis in giro per il mondo? Ebbene si, all’interno dei tanti Cannabis Museum è possibile osservare ed imparare tutto ciò che riguarda questa fantastica pianta. Le varie esposizioni, infatti, insegnano com’è costituita, come viene coltivata e tutti i suoi possibili usi.

Negli ultimi anni, grazie alla legalizzazione in molti Paesi e alla diffusione di utilizzo di tutti i suoi prodotti derivati, la cannabis è diventata parte della nostra quotidianità. Basta andare al supermercato, infatti, per trovare i semi, la farina, la pasta, il pane, da utilizzare nella propria alimentazione. Oppure acquistare online un olio al CBD antidolorifico o una tisana relax per favorire il sonno. Insomma, i campi in cui troviamo la cannabis sono ormai tantissimi e per conoscerli tutti perchè non visitare un museo dedicato a questa pianta?

Seguiteci, vi porteremo in giro per il mondo!

I musei della cannabis in Italia

In Italia si è iniziato a parlare di cannabis legale solo negli ultimi anni. Per questo motivo non esistono ancora musei specifici sulla cannabis. Tuttavia, abbiamo diversi Musei ed Ecomusei dedicati alla Canapa, in particole dedicati al suo utilizzo come fibra tessile.

Questi musei, oltre a raccontare la storia della produzione della canapa in Italia, molto diffusa in passato, propongono dei veri e propri laboratori didattici in cui è possibile toccare con mano questa antica coltura.

I musei italiani sono:

  • Torino – Eco-museo della Cultura della Lavorazione della Canapa di Carmagnola;
  • Cuneo – Museo della canapa e del lavoro femminile di Prazzo;
  • Bologna – Museo della Canapa di Pieve di Cento;
  • Ravenna – Museo della Vita Contadina in Romagna di Russi;
  • Roma – Museo della Canapa di Pisoniano;
  • Perugia – Museo della canapa di Sant’Anatolia di Narco.

Quest’ultimo è probabilmente il più famoso. Inaugurato nel 2008, si trova nel cinquecentesco palazzo comunale di Sant’Anatolia di Narco. Ospita una ricca documentazione relativa all’intero ciclo di lavorazione e trasformazione della canapa, in particolare per la produzione di corde e di tessitura per uso domestico. Il museo, inoltre, offre un laboratorio di tessitura ed un laboratorio di studio per tutti coloro che sono interessati ad imparare questa attività.

I musei della cannabis nel mondo

The Hash Marihuana & Hemp Museum – Olanda

Allarghiamo i nostri orizzonti e spostiamoci in Europa. Non possiamo non partire dal The Hash Marihuana & Hemp Museum di Amsterdam. L’Olanda, infatti, è il Paese della cannabis per eccellenza e ha svolto il ruolo di pioniera nella liberalizzazione e normalizzazione della marijuana. Anche in questo caso ha fatto da apripista creando il primo museo della cannabis del mondo. Questo museo viene inaugurato nel 1985 nel Red Light District, dal suo fondatore, Ben Dronkers, tuttavia è costretto a chiudere quasi immediatamente. Grazie alla determinazione di Dronkers, però, dopo solo una settimana il museo viene fortunatamente riaperto.

All’interno del museo è possibile trovare qualsiasi tipo di informazione sulla marijuana. Il Cannabis Museum, infatti, contiene una vasta collezione di documenti riguardanti la storia della sua cultura nel mondo. Questi scritti ci informano non solo sulla cannabis a scopo ricreativo, ma anche del suo uso nella medicina antica e nell’industria.

La galleria è divisa in due spazi espositivi principali: la cannabis museum gallery e il cannabis museum.

Il museo ospita molte opere pittoriche, tra cui anche diversi lavori di Rembrandt, attraverso i quali l’autore descrive dettagliatamente come veniva abitualmente impiegata la cannabis nella vita quotidiana ai suoi tempi.

È possibile, inoltre, ammirare una vasta raccolta di strumenti per il consumo di marijuana, tra cui una pipa trovata nella casa di William Shakespeare.

The Hash Marihuana Cáñamo & Hemp Museum – Spagna

Spostiamoci in Spagna, dove troviamo il quasi omonimo The Hash Marihuana Cáñamo & Hemp Museum. La galleria è situata a Barcellona, nel palazzo modernista conosciuto come Palau Mornau. Si tratta dell’unico Cannabis Museum europeo che racconta di come la marijuana fosse impiegata in antichità nella medicina e in alcuni particolari rituali.

Oaksterdam Cannabis Museum – California

Navighiamo oltreoceano e fermiamoci nella città di Oakland, dove si trova l’Oaksterdam Cannabis Museum. Dal primo gennaio 2018 in California è diventata legale la vendita di cannabis a scopo ricreativo. Tuttavia questo museo era operativo già dal 2011 ed è rimasto aperto fino al 2020. Purtroppo, infatti, a causa dell’epidemia Covid-19, la galleria attualmente è chiusa. Abbiamo deciso di nominarla ugualmente, in quanto è stato per lungo tempo l’unico Cannabis Museum negli Stati Uniti ad avere mostre permanenti, orari regolari di apertura al pubblico e un giardino di marijuana medica in mostra.

Oltre al giardino, sponsorizzato dall’Università di Oaksterdam, la mostra consisteva principalmente in manufatti e materiali didattici provenienti dalla collezione di Chris Conrad, autore e storico della cannabis.

L’Oaksterdam Cannabis Museum avrà bisogno di una nuova sede, di sponsor, volontari e donatori per mantenere aggiornata la sua collezione e riaprire ai visitatori. Tuttavia, questi obiettivi potranno essere avanzati solo nel momento in cui sarà ritenuto sicuro, al termine della pandemia.

Whakamana Cannabis Museum – Nuova Zelanda

Allontaniamoci ulteriormente e andiamo a Dunedin, in Nuova Zelanda, famosa città universitaria. Qui troviamo il Whakamana Cannabis Museum. In questo Paese il consumo di cannabis è ancora reato, tuttavia il museo ha l’obiettivo di informare e di far comprendere a 360 gradi il mondo della marijuana.

Conclusioni

Se consideriamo il mondo intero, i cannabis museum disponibili sono certamente limitati. Negli ultimi anni sappiamo che l’argomento “marijuana” ha superato numerosi ostacoli e pregiudizi. I musei sono semplicemente un modo per far conoscere il mondo della cannabis, anche (e soprattutto) ai più diffidenti.

Nel frattempo, se siete appassionati di cannabis, vi invitiamo a visitare il nostro store, dove potrete trovare una vasta gamma di prodotti di ottima qualità e offerte imperdibili. Che aspettate? Cliccate qui!

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]