Carrello
Cannabis

Cannabis: la storia di Jim Belushi

Negli ultimi anni sempre più personaggi famosi hanno deciso di investire nella crescente industria della cannabis. Seth Rogen, Whoopi Goldberg, Mike Tyson, Snoop Dogg, la famiglia Marley, J-Ax sono solo alcuni dei nomi di questa lista alla quale si aggiunge quello di un altro famoso attore: Jim Belushi. L’amato protagonista de “La vita secondo Jim” ha scelto, infatti, di dedicarsi interamente alla coltivazione di marijuana nella sua farm in Oregon. Ciò che lo distingue dai suoi colleghi artisti, però, è il fatto che l’attore non si è limitato a lanciare un suo marchio personale. Jim si è messo a lavorare la terra insieme alla sua squadra per seguire in prima persona le sue piante.

Ma come mai ha fatto questa scelta? Continua a leggere per scoprire la sua storia!

La cannabis secondo Jim

La filosofia che sta dietro alla Belushi’s Farm non è solo di tipo commerciale. Infatti, nel sito web aziendale, Jim parla dell’utilizzo della cannabis in medicina. In particolare, fa riferimento al trattamento di alcune patologie gravi, come il disturbo da stress post traumatico (PTSD). Egli porta l’esempio di come molti reduci americani di ritorno dalla II° guerra mondiale abbiano ripiegato sull’alcolismo per dimenticare gli orrori della guerra. Jim afferma con sicurezza che se negli anni ’70 si fossero conosciuti di più i benefici della marijuana, la storia sarebbe andata diversamente.

La prima volta che Jim Belushi ha fumato cannabis, era un adolescente a Wheaton, in Illinois. “Doveva essere erba molto buona perché non me lo ricordo”, dice. Ricorda però di essere stato arrestato due volte per possesso di marijuana. L’attore, comico e musicista, ora coltiva sei varietà diverse di cannabis in una proprietà di 93 acri lungo il fiume Rogue nell’Oregon meridionale.

Belushi continua a coltivare anche le sue prime passioni. La sua Blues Brothers Band si esibisce spesso all’Harrah’s di Las Vegas, mentre il suo gruppo di improvvisazione Board of Comedy, fa concerti di beneficenza a livello nazionale. Tuttavia, Jim ha dichiarato di passare più tempo possibile nella sua farm.

Il dramma del fratello

Secondo Jim la marijuana, grazie alle sue proprietà curative, avrebbe potuto salvare il fratello John, morto a soli 33 anni nel 1982 per un overdose di cocaina ed eroina. “È un’ottima medicina, ti dà energia e ti rende davvero creativo“, sostiene Belushi. “Mio fratello è morto per un overdose e io penso davvero che se si fosse fatto di erba sarebbe ancora vivo. Perché è un ottimo medicinale“. Secondo Belushi, la battaglia del fratello con la droga sarebbe cominciata a causa di una encefalopatia traumatica cronica (CTE), cioè a causa di un danno al cervello causato da un ripetuto trauma cranico. “Credo che avesse la CTE a causa del football e che molti aspetti del suo comportamento siano derivati da quello“, afferma.

“Penso che la marijuana sia utile non solo contro l’Alzheimer, le emicranie, lo stress post-traumatico, le crisi epilettiche, il mal di schiena e il dolore, ma esalti anche il sapore del cibo, il tocco della pelle della tua amante, il suono della musica. Ti rende più sensibile alla musica e al ritmo, che è una cura per lo stress post-traumatico, ma che ti fa anche stare meglio. Ti rende euforico in certi momenti. Anche questi sono benefici della cannabis“, spiega in un’intervista.

L’inizio di una nuova vita

Per avviare la sua coltivazione di cannabis, Belushi’s Farm, Jim ha collaborato con suo cugino Chris Karakosta e con un leggendario coltivatore conosciuto come Captain Jack. Quest’ultimo è famoso per essersi recato in Afghanistan per procurarsi semi speciali e fornire erba per il cast del Saturday Night Live durante gli anni ’70.

Belushi si è innamorato dell’Oregon, noto anche come “The Beaver State” (Stato del Castoro), più di un decennio fa. Alcuni amici di Los Angeles, infatti, avevano invitato la sua famiglia a fare una vacanza nel loro ranch. “Sono entrato nudo nel fiume freddo! Quando sono uscito, ho pensato ‘Io appartengo a questo posto’”, racconta Jim. Ha acquistato una proprietà di 13 acri a Eagle Point, aggiungendo altri 80 acri qualche anno dopo. Belushi è riuscito a raccogliere quasi 200.000 dollari per il restauro, grazie ad un concerto di beneficenza con la sua band.

In realtà, Jim ha comprato il terreno senza sapere cosa avrebbe coltivato. Pensava al fieno, al mais oppure alla soia. Ma quello stesso anno, l’Oregon ha legalizzato la cannabis ricreativa e per Jim Belushi si è aperto un mondo. La sua varietà preferita è la Cherry Pie, che lui chiama “il consulente matrimoniale” per i suoi effetti anti-stress. 

La cosa che lo rende più triste è il fatto che l’amato fratello deceduto non abbia vissuto abbastanza per vedere la legalizzazione della cannabis in Oregon. “L’ho visto avere un attacco l’ultimo anno. Non riuscivano a capire cosa fosse”, dice. “Se Johnny si fosse dedicato solo alla canapa, oggi sarebbe vivo”, conclude Jim.

“Growing Belushi”, la serie tv sulla cannabis

Il percorso di Belushi è stato raccontato in una serie di documentari chiamata “Growing Belushi”, andata in onda per la prima volta su Discovery nel 2020. La serie descrive gli sforzi dell’attore e del suo team per costruire da zero un’operazione di cannabis legale. Il documentario, inoltre, racconta il lato emotivo dell’esplorazione della cannabis da parte dell’attore. “Adoro il mondo della cannabis”, ha detto Belushi durante un’intervista telefonica. “Sono un cacciatore di magia: c’è magia a Broadway, nella musica con i Blues Brothers, nei film e in TV, e poi c’è la magia nell’industria della cannabis” afferma.

Oggi, i prodotti Belushi’s Farm si possono trovare in Oregon, Colorado e Illinois.

Conclusioni

Durante la pandemia, Jim ha affermato di aver usato più cannabis che mai, e che questo l’ha aiutato a superare ansia e depressione. Le sue piante sono tutto il suo mondo, la sua cura, ma la tecnica è solo una parte del lavoro, il resto lo si completa sempre con il cuore. E si, Jim, hai assolutamente ragione!

Se anche tu sei un appassionato del mondo della cannabis, noi di CBD Therapy ti aspettiamo nel nostro store con nuovi prodotti e nuove offerte.

Clicca qui!