Carrello
cannabis legale ny

Cannabis Legale a NY

Condividi l'articolo!

Le prime vendite di Cannabis legale sono fissate per il 1 aprile 2022 a New York

Anche se non conosciamo ancora la data esatta in cui le vendite al dettaglio saranno legali, si prevede che le vendite legali inizieranno entro il 1 ° aprile 2022. Fino ad allora, le aziende devono attendere fino a quando lo stato emette le sue regole finali di licenza nel gennaio del 2022. Ci sono alcune regole da seguire quando si vendono cannabis al pubblico, come nessuna pubblicità per la cannabis ai minori o nei media pubblici a meno di 300 piedi da scuole e asili nido. Inoltre, ogni prodotto venduto dovrà trasportare un’etichetta di avvertimento approvata dallo stato. Nel frattempo, le microbus spendi di cannabis saranno autorizzate a crescere fino a 200 piante. Queste microbusiness saranno autorizzate a elaborare e vendere anche il prodotto.

New York è il primo stato a emettere licenze per la produzione commerciale

Le prime licenze mediche sono state emesse a New York il 1 ° gennaio 2019. Questo stato ha recentemente legalizzato la marijuana ricreativa. Sebbene la legislazione non sia ancora stata finalizzata, questo stato si sta già muovendo rapidamente per legalizzare il farmaco. Di conseguenza, lo stato ha istituito un comitato di licenze e un dipartimento per supervisionare il settore. Ha anche assunto aziende di terze parti per valutare le attività di cannabis legale degli Stati.

Il governatore degli Stati, Kathy Hochul, annuncerà la politica giovedì. L’obiettivo della politica è quello di includere popolazioni minoritarie e sottoservite come proprietari di imprese. Ciò è particolarmente importante per coloro che sono stati condannati per reati legati alla marijuana in passato. Lo stato ha anche istituito un programma che aiuterà a preparare le aziende in fase iniziale per le vendite chiavi in mano. Tuttavia, altri stati hanno affrontato problemi con i candidati azionari sociali designati e la concorrenza da operazioni aziendali profonde.

L’Oregon è il primo stato a consentire la Cannabis medica Legale

Nel 2014, gli Oregoniani hanno votato per porre fine al fallito divieto di marijuana. Nel processo, lo stato ha creato un sistema di utilizzo degli adulti tassato e regolato. Ciò rende l’Oregon uno dei primi stati del paese a legalizzare la cannabis. Da allora, lo stato ha fatto numerosi progressi importanti nella politica di marijuana, tra cui la depenalizzazione della marijuana nel 1973 e il consentire l’uso di marijuana medica. Oggi, trentasette stati hanno legalizzato la marijuana medica e ventisette anni l’hanno depenalizzata.

L’uso della marijuana medica in Oregon è regolato da un programma di carte mediche. I pazienti devono soddisfare determinate condizioni per qualificarsi per il programma. La carta consente ai pazienti di far crescere la marijuana e di ottenere il rimborso per i costi sostenuti durante la crescita. Lo stato limita anche la quantità di cannabis legale che un paziente può possedere e la quantità di cannabis legale che può consumare. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni. I pazienti con una carta di marijuana medica possono possedere fino a 1,5 libbre di marijuana utilizzabile contemporaneamente, anche se qualcosa al di là di questo importo è illegale.

Virginia è l’ultimo stato a consentire la produzione commerciale

Virginia è l’ultimo stato del paese a consentire la produzione di cannabis legale commerciale e l’industria è in forte espansione. Il mercato dovrebbe raggiungere $ 19 miliardi entro il 2020 e $ 41 miliardi entro il 2025. Eppure, nonostante questa enorme crescita, una grande maggioranza dei consumatori di marijuana sono neri e marroni. Ecco perché i sostenitori come la giustizia della marijuana stanno spingendo per un’industria più equa in Virginia.

Durante l’ultima sessione legislativa, la legalizzazione è diventata una delle argomenti più discusse. I sostenitori hanno sostenuto l’accesso all’industria da miliardi di dollari e i lobbisti hanno invitato i legislatori a creare un quadro di licenza e ad accelerare il processo di vendita legale. Tuttavia, nulla è stato approvato in Virginia per regolare l’industria e i consumatori di marijuana rischiano di ottenere prodotti non sicuri.

Lo stato di Washington è l’ultimo stato a consentire la produzione commerciale

Se vuoi aprire una coltivazione di cannabis legale commerciale o un’attività di produzione nello stato di Washington, dovresti sapere quali sono i requisiti normativi. Ad esempio, dovresti sapere quali sono le dimensioni minime del lotto e i requisiti di battuta d’arresto. Dovresti anche essere consapevole di ciò che devi fare per assicurarti che la tua azienda non metta in pericolo la salute dei residenti nelle vicinanze e dell’ambiente. Esistono diversi modi in cui è possibile ottenere le informazioni pertinenti e aiutare nel processo di candidatura.

Il processo per l’apertura di un impianto di produzione di cannabis varia dalla giurisdizione alla giurisdizione. Alcune giurisdizioni hanno proprio vietato tali aziende, mentre altre hanno permesso loro nei distretti di zonizzazione. Ad esempio, la produzione di cannabis interna è consentita in zone agricole e la produzione di cannabis esterna è consentita in una zona industriale. Puoi controllare le ordinanze per il tuo stato per vedere quali distretti sono adatti a questo tipo di attività.

La California è l’ultimo stato a consentire la produzione commerciale della Cannabis Legale

La coltivazione di cannabis commerciale in California è legale. Lo stato consente la produzione di cannabis sia per uso medico che per adulti. La coltivazione della marijuana richiede un permesso da parte del dipartimento di pianificazione. Possono impiegare fino a 100 piedi quadrati di spazio. Il processo di coltivazione utilizza solventi volatili e non volatili e richiede l’uso di processi meccanici. Il prodotto finale deve soddisfare gli standard statali ed essere confezionato ed etichettato in modo appropriato.

Lo status della legalità degli Stati influenza anche la crescita del suo mercato di cannabis. Circa il 60 percento della cannabis consumata negli Stati Uniti proviene dalla California settentrionale. Tuttavia, l’esportazione di cannabis legale in altri stati, rimane illegale. Secondo la US Drug Enforcement Administration, la marijuana è una droga del programma I.

 

 

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]