Carrello

 

ATTENZIONE // Per dei problemi logistici dovuti al COVID-19 alcune spedizioni possono subire ritardi.

Gorilla Glue

Gorilla Glue: storia e caratteristiche

La Gorilla Glue (conosciuta anche come Gorilla Glue #1) è diventata rapidamente una delle varietà preferite dai consumatori. Grazie all’elevata percentuale di THC, garantisce un effetto potente e sedativo. Proprio per questo motivo è fondamentale, dunque, assumerla con estrema parsimonia e consapevolezza.

Continuate a leggere per scoprire quali sono le sue origini e le caratteristiche che la contraddistinguono!

Le origini della Gorilla Glue

Questa varietà nasce dalla combinazione di genetiche quali Chem’s Sister, Chocolate Diesel e Sour Dubb. La storia ci insegna che questa varietà è stata creata accidentalmente da due coltivatori, Joesy Whales e Lonie Watie. Le piante Chem’s Sister di Joesy, infatti, avrebbero impollinato la sua Sour Dubb. Joesy avrebbe eliminato questo strain dalla sua coltivazione, ma per qualche motivo il suo compagno avrebbe tenuto alcuni semi. In seguito, i ragazzi avrebbero germinato questi semi creando così la Gorilla Glue.

Per quanto riguarda il nome, sarebbe stato scelto Gorilla Glue per merito della produzione elevata di resina offerta da questa varietà. Tuttavia potrebbe anche derivare dall’effetto sorprendentemente rilassante.

Caratteristiche della Gorilla Glue 

La Gorilla Glue è un infiorescenza che condivide molti degli attributi della Chocolate Diesel, dando agli utenti sia un odore che un sapore che ricorda il caffè e le note di moka. Tuttavia, non lasciatevi ingannare dai toni deliziosi, perché questa varietà rilascia anche un sapore aspro di diesel. E’ riconosciuta per i suoi attributi terrosi e pungenti che molti paragonano alle sue varietà sorelle.

Si distingue per la sua straordinaria concentrazione di tricomi aromatici. Questi forniscono a questa varietà un gusto superiore, che miscela sfumature terrose e dolci con tonalità di limone e pino. La sua caratteristica predominante è l’enorme produzione di resina, che rende le gemme e la pianta stessa molto appiccicose.

Le sue infiorescenze sono di media densità e presentano un colore verde chiaro, abbellito di tricomi e pistilli arancioni che spiccano sulla superficie.

Gli effetti della Gorilla Glue

Gli effetti di questa varietà di cannabis, pur essendo molto intensi, non solo unilaterali. Quando viene assunta, provoca un profondo rilassamento, ma fornisce anche un lieve pizzico di euforia. Grazie alla sua potenza, è anche un’ottima scelta per gli utenti a scopo terapeutico. L’elevato contenuto di THC, infatti, è in grado di fornire sollievo per varie condizioni e disturbi, come il dolore cronico, l’insonnia, la depressione.

La sua potenza, l’aroma e gli effetti straordinari rendono la Gorilla Glue una varietà inconfondibile e ideale per un’esperienza indimenticabile.

E’ importante sottolineare che un uso elevato di questa varietà di cannabis può provocare alcuni effetti collaterali da non sottovalutare: tra i più comuni troviamo ansia e paranoia.

La sua coltivazione

La Gorilla Glue è piuttosto facile da coltivare, anche per i meno esperti. In ambienti indoor, le piante tendono a raggiungere un’altezza di circa 150 cm, con una resa produttiva di 550-600 g/m². Coltivata outdoor, invece, questa varietà di marijuana può raggiungere facilmente i 190cm di altezza, se ben protetta da pioggia e gelo, producendo circa 500-600 g di materia vegetale per ciascuna pianta.

In entrambi i casi, la fioritura è di circa 8/9 settimane. Le piante necessitano di una potatura regolare per produrre una quantità soddisfacente di cime.

Se cercate un effetto ultra-rilassante che combatta lo stress, il dolore e le preoccupazioni, non esitate a scegliere la Gorilla Glue, clicca qui!