limonene

Limonene: il potente terpene dalle numerose proprietà

Condividi l'articolo!

Il Limonene è presente in molti prodotti cosmetici, biotecnologici e alimentari, tra cui la menta, il rosmarino, il pino, il ginepro e persino nella Cannabis. Questo terpene è ricco di proprietà benefiche per il nostro corpo e, come altri terpeni, interagisce con il nostro organismo in diversi modi. Le varietà di Cannabis che contengono Limonene si distinguono per i loro sapori intensi e gli effetti energizzanti.

  • 3,207,20 /g Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto
  • 3,207,60 /g Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto
  • 4,407,92 /g Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto
  • 3,207,60 /g Scegli Questo prodotto ha più varianti. Le opzioni possono essere scelte nella pagina del prodotto

Limonene: cos’è?

Il Limonene è un monoterpene ciclico, un composto naturale presente in varie piante. Ha un tipico odore agrumato, è incolore e insolubile. Grazie al suo caratteristico aroma, viene ampiamente impiegato nel settore cosmetico e alimentare. È uno dei principali terpeni presenti nella cannabis e contribuisce all’aroma delle cime.

Come suggerisce il nome, il Limonene è abbondante negli agrumi come limoni e arance. È un importante agente di difesa contro i parassiti, poiché gli organismi nocivi percepiscono il suo odore come tossico.

Alcune varietà di erba light sono particolarmente ricche di Limonene e si distinguono per gli effetti energizzanti. La sua interazione con i cannabinoidi e altri terpeni nella cannabis produce effetti benefici e potenzialmente terapeutici, rendendolo oggetto di studio da parte degli esperti del settore.

Proprietà benefiche del Limonene

Diversi studi hanno dimostrato le principali proprietà benefiche del Limonene:

  • Antinfiammatorio: alcuni studi suggeriscono che il Limonene possa avere effetti antinfiammatori, utili nella cura di malattie come l’asma e la colite;
  • Antibatterico: i terpeni, in generale, proteggono le piante dai parassiti grazie al loro intenso odore, incluso il Limonene;
  • Depurativo: il Limonene può favorire l’attività detox del fegato e stimolare la produzione di enzimi digestivi;
  • Antidepressivo e ansiolitico: diversi studi indicano che il Limonene può favorire la produzione di serotonina e dopamina, contribuendo a ridurre lo stress e l’ansia;
  • Antifungino: il Limonene può inibire la crescita di funghi, specialmente quelli che attaccano i prodotti alimentari;
  • Antitumorale: alcune ricerche suggeriscono che il Limonene possa avere proprietà antitumorali, inibendo la crescita di tessuti tumorali, soprattutto nei tumori mammari;
  • Immunostimolante e antiossidante: il Limonene, insieme alla vitamina C, può supportare il sistema immunitario, potenziandone le funzioni difensive.

Cosa dice la scienza

Al contrario del THC, il Limonene non è mai stato considerato una sostanza pericolosa o proibita, consentendo agli studiosi di esaminarne più liberamente le potenziali proprietà terapeutiche. Questo composto viene utilizzato anche in alcune diete per favorire la perdita di peso, in diverse terapie per trattare ulcere e problemi di reflusso gastrico, e come antisettico e repellente per gli insetti. Alcuni prodotti contenenti Limonene sembrano offrire un efficace sollievo dalla depressione e dall’ansia, anche se sono ancora in fase di studio. Diverse ricerche hanno evidenziato risultati interessanti: l’attenzione, la concentrazione, il benessere e la libido sembrano aumentare dopo l’assunzione di Limonene.

Uno studio condotto nel 2011 dall’Università dell’Arizona e pubblicato sulla rivista “Oncology Reviews” ha scoperto che il Limonene contribuisce a regolare il sistema immunitario del nostro corpo, con un effetto anti-cancerogeno.

Nel 2013, la stessa Università ha condotto un altro studio, pubblicato sulla rivista “Cancer Prevention Research”. Gli studiosi hanno evidenziato che il Limonene ha la capacità di inibire la crescita delle cellule tumorali e ridurre le dimensioni del tumore. Lo studio è stato condotto su più di 40 donne affette da cancro al seno, confermando questi risultati incoraggianti in studi successivi.

Nel 2014, una ricerca condotta in Francia e pubblicata sulla rivista “Anti-inflammatory and Anti-allergy Agents in Medicinal Chemistry”, ha dimostrato che il Limonene può avere importanti effetti antinfiammatori. Ciò suggerisce che questo terpene potrebbe essere una promettente opzione terapeutica per alcune forme di cancro. Secondo lo studio, il Limonene potrebbe prevenire la formazione di tumori interferendo con la crescita dei tessuti sani circostanti e riducendo la formazione di nuovi vasi sanguigni.

Infine, altri studi indicano che questo terpene potrebbe essere utile nei trattamenti per le irritazioni cutanee, aiutando nella rigenerazione dei tessuti cellulari danneggiati.

Come viene utilizzato il Limonene?

Il Limonene ha una vasta gamma di utilizzi grazie alla sua versatilità e ai suoi benefici. Può essere impiegato:

  • sotto forma di sale, come supporto per trattamenti farmacologici per colesterolo, calcoli biliari e disturbi gastrici;
  • in cucina come aromatizzante per gli alimenti;
  • come estratto per la distillazione dell’olio ottenuto dagli agrumi;
  • come ingrediente in prodotti cosmetici come lozioni, detergenti, shampoo, e profumi;
  • come solvente;
  • nell’industria farmaceutica;
  • come biocarburante;
  • come insetticida naturale in spray;
  • come componente in prodotti per la pulizia domestica;
  • come sverniciatore nella produzione di vernici e colle.

Il Limonene è spesso incluso nell’alimentazione poiché si ritiene possa ridurre l’acidità gastrica e favorire il regolare funzionamento intestinale. Può essere utilizzato direttamente dagli agrumi biologici, grattugiando la buccia per aromatizzare cibi, oppure assumendo qualche goccia di olio essenziale con un cucchiaino di miele per beneficiarne appieno.

Limonene: tossicità e controindicazioni

Il Limonene non presenta tossicità, essendo universalmente riconosciuto come una sostanza sicura. Nel 1994, la Food and Drug Administration ha autorizzato il suo impiego come additivo alimentare.

L’unica controindicazione segnalata è un lieve effetto irritante, che può manifestarsi con un aumento della lacrimazione e la dilatazione dei vasi sanguigni. Tuttavia, questo effetto collaterale è stato riscontrato solo in rari casi, e non ne compromette l’utilizzo nell’industria chimica e alimentare.

Conclusioni

Il Limonene rappresenta solo uno dei numerosi terpeni oggetto di studio negli ultimi anni. Anche se è necessario del tempo per condurre ricerche approfondite e test, siamo fiduciosi che gli studi proseguiranno. Sappiamo bene che la canapa è un serbatoio di tesori nascosti.

Se sei un appassionato di questa straordinaria pianta, ti invitiamo a visitare il nostro cannabis shop, dove troverai le migliori genetiche di marijuana light, tanti prodotti di qualità e imperdibili offerte!

 

DOMANDE FREQUENTI

Come si ottiene il limonene?

Il limonene è un terpene naturalmente presente in numerose piante, in particolare nelle bucce degli agrumi. Ecco come viene estratto e ottenuto:

  1. Spremitura a freddo: è il metodo più comune per estrarre il limonene dalle bucce degli agrumi. Le bucce vengono pressate meccanicamente per rilasciare gli oli essenziali, che contengono il limonene. Questo processo è simile a quello utilizzato per ottenere l’olio essenziale di agrumi;
  2. Distillazione a vapore: in questo caso, le bucce degli agrumi vengono riscaldate con vapore, che fa evaporare gli oli essenziali, compreso il limonene, per poi venire condensati e raccolti;
  3. Estratti chimici: in alcuni casi, possono essere utilizzati solventi chimici per estrarre il limonene dalle bucce degli agrumi. Questo metodo è utilizzato soprattutto per estrazioni industriali;
  4. Reazioni enzimatiche: alcune tecniche più avanzate utilizzano enzimi per aiutare a liberare il limonene dalle bucce degli agrumi. Questo metodo può essere più selettivo e meno dannoso per l’ambiente rispetto ai solventi chimici.
Cosa vuol dire limonene?

Il termine “limonene” deriva dalla parola “limone”, poiché questo terpene è abbondantemente presente nelle bucce degli agrumi, specialmente nei limoni e nelle arance. Il limonene è un monoterpene ciclico, con la formula chimica C10H16. Esistono due forme isomeriche principali: il D-limonene (che ha un odore caratteristico di agrumi) e il L-limonene (che ha un odore di pino o trementina).

🗒

Cronologia revisioni

Lascia un commento