Legalizzazione cannabis malta

Legalizzazione cannabis: Malta dice sì!

Condividi l'articolo!

Il Parlamento di Malta ha votato a favore della legalizzazione della cannabis light a scopo ricreativo. Questa decisione rende Malta il primo Paese europeo a introdurre una legge per l’uso personale della marijuana.

Il principale partito di minoranza in Parlamento, il Partito Nazionalista, di centrodestra, si era opposto alla legge, ma non ha ottenuto i voti sufficienti per bloccare l’iniziativa del governo.

La legge ha ricevuto 36 voti favorevoli e 27 contrari. Si attende ora solo la firma del presidente, considerata una formalità che dovrebbe essere completata entro pochi giorni.

La legge

La legge legalizza il possesso di cannabis per uso personale fino a 7 grammi per tutti i cittadini maggiorenni. Consente anche la coltivazione domestica fino a 4 piante, con un limite massimo di 50 grammi di prodotto essiccato. Inoltre, autorizza la creazione di club (senza fini di lucro) per la coltivazione collettiva e la distribuzione del prodotto tra i membri.

Tuttavia, a differenza dei coffee-shop olandesi, i club privati non possono fare pubblicità e non possono vendere i prodotti al di fuori dei propri membri. Inoltre, essi non possono ricevere più di 7 grammi al giorno e hanno un limite mensile di 50 grammi. Ogni associazione può avere al massimo 500 iscritti. I club non possono essere situati a meno di 250 metri da scuole o altri centri giovanili.

Il consumo di cannabis in pubblico e in presenza di minorenni rimane vietato. Sono previste sanzioni per chi viola la legge: da 50 a 100 € per possesso di quantità tra 7 e 28 grammi, e da 300 a 500 € per l’uso in presenza di minorenni.

Legalizzazione cannabis: Malta è il primo Paese europeo

Malta sarà il primo Paese europeo a legalizzare completamente la cannabis a scopo ricreativo, superando di poco il Lussemburgo, che ha approvato una legge simile ma non l’ha ancora resa effettiva. Sebbene l’Olanda sia stata la prima nazione europea a consentire la vendita e l’uso di cannabis nei coffee-shop, la coltivazione rimane ancora illegale.

I sostenitori della legalizzazione hanno evidenziato i benefici per la salute pubblica e l’economia. L’obiettivo è di contrastare la criminalità e il traffico illegale di cannabis.

Secondo il primo ministro laburista, la legalizzazione del possesso e dell’uso di cannabis farà sì che le persone non dovranno più rivolgersi al mercato nero. Tuttavia, il governo continuerà a scoraggiare l’uso di cannabis, pur rifiutandosi di criminalizzare chi sceglie di farne uso.

L’Europa seguirà l’esempio?

Quello di Malta è senza dubbio un passo significativo per la comunità europea. I sostenitori della legalizzazione si domandano se l’Europa seguirà l’esempio di Malta. È certo che le nazioni osserveranno attentamente l’isola nei prossimi mesi per comprendere le eventuali conseguenze della legalizzazione.

Sicuramente, anche se lentamente, qualcosa sta cambiando!

 

 

FAQ

I locali in cui sarà permesso fumare cannabis a Malta saranno gestiti da associazioni private senza scopo di lucro e l’accesso sarà consentito solo ai membri registrati. Nei cosiddetti “coffeeshop” sarà possibile acquistare cannabis. Vi sono dei limiti stabiliti per quanto riguarda il numero di iscritti per ogni associazione (massimo 500) e la quantità di cannabis vendibile a un singolo individuo in un giorno (massimo sette grammi), ma questi limiti aumentano a 50 grammi al mese o 20 semi al mese. È stato anche specificato che questi locali non possono essere situati a meno di 250 metri da scuole o altri centri giovanili.

La legge maltese attualmente consente ai cittadini di possedere fino a quattro piante di marijuana nella propria proprietà privata, purché siano coltivate in una parte non visibile dall’esterno. Inoltre, ciascuna pianta non deve produrre più di 50 grammi di fiori essiccati, ovvero rimossi dalla pianta. È importante rispettare questi limiti per essere conformi alla normativa vigente.

Se stai cercando una destinazione dove fumare erba durante le vacanze, dovresti tenere presente che le leggi sulla cannabis variano da paese a paese e da stato a stato. Alcuni luoghi in cui la cannabis è legalizzata o tollerata potrebbero essere adatti per te. Alcune destinazioni popolari per i turisti che desiderano consumare cannabis includono Amsterdam nei Paesi Bassi, Denver in Colorado e Vancouver in Canada. Ricorda sempre di rispettare le leggi locali e di consumare responsabilmente.

🗒

Cronologia revisioni

📖 Fonti Scientifiche e Bibliografia

Lascia un commento