Carrello
OLIO CBD INSONNIA

Olio CBD e riposo: il cannabidiolo è la soluzione?

Olio CBD

CBD x Sleep

L’insonnia è una situazione frustrante che molti combattono costantemente e che può avere un impatto importante sulla salute. La quantità e la qualità del sonno che raccogliamo ogni notte fa la differenza nelle prestazioni sul lavoro e nell’umore umore generale.

Negli ultimi decenni, cannabis e insonnia sono state abbondantemente studiate. In particolare, è stato dimostrato che l’olio al CBD possiede proprietà calmanti e rilassanti che possono aiutare a riposare meglio anche in periodi di ansia e stress. Vediamo nel dettaglio perché il CBD è considerato un valido alleato per chi soffre di insonnia.

PERCHE’ E’ COSI’ IMPORTANTE DORMIRE?

Il sonno consente al nostro organismo di recuperare le energie e di rigenerarsi dopo una giornata stressante. Tuttavia, oltre a fornire le forze necessarie per affrontare una nuova giornata, il sonno contribuisce anche a rafforzare il sistema immunitario, aiuta a mantenere la linea e supporta la salute mentale. Un riposo adeguato può contribuire a prevenire il diabete di tipo 2, le malattie cardiache e il calo della libido.

Durante il sonno, il corpo rallenta le sue funzioni fisiologiche. La temperatura si abbassa, il metabolismo rallenta, la pressione sanguigna si stabilizza ed i tessuti si rigenerano.
Una profonda e serena dormita ci consente di essere più vigili ed attenti durante la giornata successiva.

COSA PUO’ CAUSARE L’INSONNIA

L’insonnia può avere molte cause, legate allo stile di vita o alla presenza di alcune patologie invalidanti. Per quanto riguarda lo stile di vita, i comportamenti che possono causare un risposo scorretto sono:

  • mangiare cibi pesanti a cena;
  • andare a dormire ogni sera ad orari diversi;
  • dormire durante il giorno;
  • fare scarsa attività fisica;
  • fare uso di apparecchi elettronici prima di chiudere gli occhi.

Tra le patologie che possono essere associate all’insonnia, troviamo invece:

  • apnee notturne;
  • bronco pneumopatia cronica ostruttiva;
  • ipertiroidismo;
  • cefalea;
  • depressione;
  • dermatite atopica;
  • intolleranze alimentari;
  • sifilide;
  • sindrome premestruale.

Altri fattori che possono influire sulla qualità e sulla quantità del sonno sono lo stress, l’invecchiamento o l’uso di determinati farmaci.

OLIO CBD: IN CHE MODO INFLUISCE NEL SONNO

I benefici del CBD sono collegati all’azione chimico-biologica che svolge all’interno del corpo. Esso, infatti, influenza dei particolari recettori chiamati recettori cannabinoidi (CB1 e CB2) che si legano con forza al cannabidiolo e che innescano una lunga serie di reazioni.

La stimolazione di questi recettori, provoca un’azione antiemetica, analgesica, antiossidante e ipotensiva, che induce il corpo ad un’immediata sensazione di relax. Il CBD, unendosi ai recettori CB1, può aiutare a migliorare le condizioni psicologiche o i dolori cronici che causano l’insonnia. I recettori CB2 invece, hanno una potente azione anti-infiammatoria e regolatrice del sistema immunitario.

OLIO CBD E INSONNIA: GLI STUDI SCIENTIFICI

Negli ultimi anni è emerso come il CBD sia d’aiuto nel ridurre i disturbi della fase REM del sonno anche nelle persone affette dal morbo di Parkinson. E’ stato dimostrato che i pazienti, dopo aver assunto CBD, riscontravano una riduzione significativa dei sintomi del disturbo. Questa ricerca ha evidenziato che il cannabidiolo, interagendo con i recettori del sistema endocannabinoide, è in grado di aiutare anche a ripristinare il ciclo sonno-veglia. Il fatto di essere praticamente privo di effetti collaterali e ben tollerato, ha incentivato gli studiosi ad incrementare le ricerche sull’utilizzo dell’olio CBD per il trattamento dell’insonnia.

Uno studio riportato sul “The Permanent Journal” ha dimostrato i benefici del CBD nel trattare i disturbi del sonno collegati all’ansia. Su 72 pazienti che lo assumevano, 57 hanno mostrato una riduzione dell’ansia e un miglioramento nella qualità del sono.

Alcune ricerche scientifiche condotti al “Wholeness Center di Fort Collins”, una clinica di salute mentale, hanno studiato gli effetti del CBD su 103 pazienti adulti affetti da disturbi dell’umore. I pazienti, affetti da ansia, disturbi del sonno e disturbi da stress post traumatico, hanno assunto CBD in modo consecutivo. I disturbi del sonno e di ansia sono stati monitorati durante tutta la ricerca e misurati con specifici strumenti scientifici. Tutti i pazienti hanno riscontrato una sensibile riduzione dei disturbi dell’ansia con conseguente diminuzione dei disturbi del sonno.

Le ricerche sulla cannabis e sul sonno effettuate fino ad oggi, hanno dato risultati sicuri e positivi. Siamo certi che in futuro verranno svolti ulteriori approfondimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]