per dormire

Cannabis Legale per Dormire: scopriamo i Benefici

Condividi l'articolo!

Non tutti hanno la fortuna di dormire sonni tranquilli e profondi. Il lavoro, lo stress, le preoccupazioni, e l’eccessiva stanchezza possono influire negativamente sul nostro corpo e sulla nostra mente. Questo comporta difficoltà a prendere sonno, risvegli notturni, sonni leggeri e, di conseguenza, può compromettere le attività giornaliere.

Esistono diverse tipologie di insonnia, che si differenziano in base alle fasi del sonno che interessano:

  • Iniziale: difficoltà a prendere sonno.
  • Centrale: continui risvegli durante la notte.
  • Terminale: risveglio molto precoce e incapacità di riaddormentarsi.

Il persistere di queste condizioni può causare gravi problemi sia fisici sia mentali. Il sonno permette al nostro organismo di rilassarsi, rigenerarsi e ripristinare le energie necessarie ad affrontare la giornata. Le cause principali dell’insonnia sono per lo più legate a stati d’ansia, attacchi di panico, stati psicologici depressivi, o condizioni patologiche che provocano dolore cronico.

Perché si Fatica a Dormire?

L’insonnia è la forma più grave dei disturbi del sonno e comporta l’incapacità di dormire anche quando l’organismo si sente stanco. La mancanza di sonno prolungata provoca stanchezza e irritabilità, che influiscono inevitabilmente sulla vita quotidiana del soggetto. Ma perché si fatica a dormire anche quando si è stanchi?

I disturbi del sonno possono dipendere da molteplici fattori: una dieta scorretta, insufficiente attività fisica, altre malattie in corso, uso di farmaci, paura, situazione economica precaria, relazioni interpersonali, preoccupazioni del lavoro, stress o tensione generale.

Secondo le ricerche di Google pubblicate sul “Journal of Clinic Sleep Medicine”, durante il lockdown vissuto nei primi mesi del 2020, il motore di ricerca ha contato 2,77 milioni di ricerche sull’insonnia, con un aumento del 58% rispetto all’anno precedente. Questo significa che con il Covid-19 i disturbi del sonno si sono aggravati notevolmente.

Talvolta l’insonnia può manifestarsi sporadicamente, a causa di preoccupazioni insorte durante la giornata, una cena troppo pesante, teina o caffeina e anche dalla tecnologia. L’uso di dispositivi come lo smartphone prima di dormire è altamente sconsigliato. La luce forte e fredda altera la tranquillità del sonno, così come le onde elettromagnetiche del Wi-Fi influenzano il ciclo sonno/veglia. Anche se non possiamo percepirle, nel tempo lavorano sul nostro corpo in modo nocivo.

Perché Usare la Cannabis Legale per Dormire

La cannabis è una pianta costituita da centinaia di molecole, tra le quali il THC e il CBD. Sappiamo che il THC provoca effetti psicotropi, mentre il cannabidiolo (CBD) ha una vasta gamma di effetti benefici. Attualmente, sono in corso diversi studi sulla correlazione tra CBD e insonnia e finora i risultati sono molto positivi. Il CBD ha la capacità di modulare un recettore, la serotonina 5-HT, ottenendo effetti antidepressivi, ansiolitici e neuroprotettivi. La cannabis legale per dormire contiente cannabidiolo, che facilita il rilassamento e di conseguenza il sonno.

Una ricerca pubblicata nel National Institutes of Health ha dimostrato che la somministrazione di 160 mg di CBD portava i soggetti a dormire molto di più rispetto a quelli che avevano assunto placebo. Il CBD è efficace per il disturbo del comportamento del sonno REM e l’eccessiva sonnolenza diurna. Uno studio effettuato presso l’università di Taipei ha dimostrato che il CBD influenza il ciclo notturno, evitando la soppressione del sonno REM nei pazienti affetti da disturbi post-traumatici. Uno studio scientifico del 2017 sostiene che il CBD ha un potenziale terapeutico importante per il trattamento dell’insonnia; al contrario, il THC potrebbe compromettere la qualità del sonno a lungo termine.

Essendo una sostanza naturale, la cannabis legale per dormire favorisce un completo senso di pace e di tranquillità. Finora non sono stati riscontrati effetti collaterali significativi per l’uso del CBD.

Perché Usare l’Olio di Canapa per Dormire

Dormire bene è fondamentale per mantenere una buona qualità della vita. Il nostro organismo non può sopravvivere senza. Proprio come respirare e nutrirsi, dormire bene è un bisogno primario indispensabile.

Durante il sonno avvengono importanti cicli fisiologici, come la riorganizzazione dei ricordi e della memoria, la “ricarica nervosa”, il rilascio di ormoni, ecc. Un sonno corretto aiuta a mantenere alte le prestazioni del cervello, garantisce la lucidità e l’equilibrio psico-emotivo.

Gli scienziati hanno scoperto un sistema di comunicazione biochimica nel corpo: il sistema endocannabinoide. Si tratta di una rete di recettori cannabinoidi presente in tutto il corpo e nel sistema nervoso centrale, che regola il sonno. Gli esperti hanno scoperto che alcuni soggetti possono avere una carenza di endocannabinoidi, causando difficoltà nel dormire.

I ricercatori stanno ancora studiando come i cannabinoidi contenuti nella cannabis legale per dormire, agiscono esattamente sul miglioramento del sonno. Tuttavia, i risultati ottenuti fino ad oggi suggeriscono che la loro azione è legata all’interazione con proteine, recettori e sostanze chimiche nel cervello. Un altro composto che contribuirebbe è un terpene noto come mircene, che si trova nelle varietà ad alto contenuto di CBD e ha effetti sedativi.

Gli scienziati ritengono che l’olio di canapa per dormire sia ideale in quanto riduce l’ansia, lo stress e anche il dolore. Quest’azione consente alle persone di rilassare tutto il corpo, permettendo ai meccanismi naturali del sonno di funzionare correttamente.

CBD per Dormire: I Migliori Metodi di Assunzione

I metodi per assumere CBD sono molti, si tratta solo di trovare quello più adatto a noi. Il modo più efficace è tramite vaporizzazione, poiché permette di assumere tutti i principi attivi in modo diretto e rapido. La vaporizzazione evita l’assunzione di sostanze nocive derivanti dalla combustione. In questo caso, l’effetto resta in circolo da 1 a 4 ore, a seconda della quantità di sostanza inalata.

È possibile assumere CBD anche attraverso il cibo. Attualmente esistono sul mercato molti prodotti alimentari a base di CBD da integrare nella propria dieta. In questo modo gli effetti saranno percepiti dopo i tempi digestivi fisiologici, ma la durata dei benefici sarà decisamente più lunga rispetto ad altre tecniche di assunzione. Un esempio sono le tisane alla canapa, perfette da sorseggiare la sera prima di coricarsi.

Esistono anche creme a base di CBD impiegabili ad uso topico nel caso di dolori articolari, artrite, torcicollo, infiammazioni cutanee e acne. Tuttavia, le creme agiscono solo a contatto con la pelle e non entrano nel flusso sanguigno.

Uno dei metodi di assunzione più utilizzati è sotto forma di olio, con l’applicazione di alcune gocce sotto la lingua. In questo modo, il cannabidiolo passa direttamente nel sangue attraverso i capillari presenti nella bocca e sotto la lingua. Si può percepirne l’effetto dopo circa mezz’ora dall’assunzione e la durata complessiva è di circa 4 ore.

La cannabis legale per dormire, ricca di CBD, è nota per il suo effetto rilassante e possono aiutare a mitigare l’insonnia e migliorare la qualità del sonno. Puoi trovare l’erba legale più forte a livello di concentrazioni di CBD sul nostro sito. Utilizzando l’olio di CBD estratto da queste infiorescenze, molti trovano un sollievo naturale ed efficace per ritrovare un ritmo sonno-veglia equilibrato.

Grazie ai suoi effetti calmanti, l’olio di canapa per dormire è un perfetto alleato per chi desidera riacquistare un corretto ritmo sonno-veglia. Si tratta di un prodotto efficiente, naturale al 100% e privo di effetti negativi, sia per il corpo che per la mente.

Se hai difficoltà a dormire, non aspettare che la situazione peggiori. Consulta il tuo medico e visita il nostro sito online. Noi di CBD Therapy offriamo prodotti certificati e assolutamente legali.

E tu quale metodo preferisci per dormire?

Domande Frequenti

Come assumere il CBD per dormire?

Il CBD per dormire può essere assunto in diverse forme, tra cui olio, capsule, edibili e tisane. L’olio di CBD è spesso utilizzato mettendo alcune gocce sotto la lingua. Le capsule e gli edibili vengono ingeriti e hanno un effetto più duraturo. Le tisane al CBD possono essere consumate la sera per favorire il rilassamento prima di andare a letto.

Quanto tempo ci mette il CBD a fare effetto?

Il CBD può impiegare dai 15 minuti a un’ora per fare effetto, a seconda del metodo di assunzione. L’inalazione e l’assunzione sublinguale tendono a produrre effetti più rapidi, mentre le capsule e gli edibili richiedono più tempo poiché devono essere digeriti.

Qual è il miglior prodotto naturale per dormire?

La melatonina è considerata il miglior prodotto naturale per dormire. Questo ormone regola il ciclo sonno-veglia e può aiutare a migliorare la qualità del sonno, soprattutto se assunto come integratore prima di andare a letto.

🗒

Cronologia revisioni

Lascia un commento