Carrello
PROFUMO CANNABIS

Profumo alla cannabis: la scommessa della cosmesi

Condividi l'articolo!

L’aroma della cannabis è sicuramente inconfondibile. C’è chi non lo ama troppo e chi invece lo apprezza particolarmente. Forse non tutti sanno, però, che esiste una fragranza con il caratteristico aroma muschiato di cannabis. Il profumo alla cannabis unisce l’aroma di marijuana con note floreali e terrose ed è una rivoluzione per l’intero settore cosmetico.

Di seguito scopriremo come si realizza e quali sono le sue particolari caratteristiche!

La novità del mondo della cosmesi

Fino a qualche tempo fa si cercavano tutti i modi possibili per coprire l’odore di erba che sembrava non andarsene mai. Oggi i tempi sembrano decisamente cambiati. Il profumo alla cannabis rappresenta l’ultima tendenza nel settore cosmetico e richiama gli aromi skunk della marijuana tradizionale. Tuttavia esso emana una fragranza più delicata, che unisce sfumature floreali, di pino e terra, con sottili note muschiate e pungenti, tipiche della cannabis.

Esistono due tipi di profumi alla cannabis, realizzati con due tecniche completamente diverse. Uno è realizzato con vera marijuana, l’altro non contiene cannabis, ma emana solamente il suo caratteristico odore. Quest’ultimo è particolarmente diffuso nelle zone in cui la cannabis è ancora illegale.

Naturalmente, per poterli ‘indossare’, questi profumi vengono miscelati con molte altre essenze. Ad esempio, il profumo alla cannabis si sposa benissimo con le note floreali e agrumate o con quelle fresche del pino e della lavanda.

Insomma, non si tratta di un unico profumo universale, ma l’aroma dipende proprio dal mix che ogni azienda di profumi crea appositamente.

Come nasce il profumo alla cannabis?

Come vi abbiamo accennato nel paragrafo precedente, esistono due modi diversi per realizzare il profumo alla cannabis:

  • estraendo gli aromi e gli oli essenziali direttamente dalla pianta di cannabis;
  • creando chimicamente gli aromi della marijuana, senza utilizzare la pianta.

Innanzitutto, dobbiamo sapere che i profumi in generale sono composti da quattro ingredienti principali: oli essenziali, olio di base, etanolo e acqua di sorgente. Gli oli essenziali si dividono in tre categorie: note di testa (alte), note di cuore (medie), e note di base (diverso dall’olio di base). Le note di di testa evaporano più rapidamente, mentre quelle di base evaporano lentamente. Inizialmente, quando si indossa un profumo, tutte le note sono percepibili. Man mano che il profumo evapora, la nota di cuore diventa quella dominante, seguita dalla nota di base.

Per creare un profumo alla cannabis usando la pianta di cannabis, sappiate che potreste ottenere una nota diversa a seconda dei terpeni e dei cannabinoidi presenti nell’olio di cannabis scelto, e il modo in cui si lega con gli altri oli.

Procedimento

Dopo aver selezionato gli oli essenziali, si devono aggiungere all’olio di base (in genere olio di mandorle dolci o olio di jojoba). Sono necessarie circa 7 gocce di ciascuna categoria di note in 14 grammi di olio.

Successivamente, si aggiungono 70 grammi di etanolo e si versa il mix ottenuto in un recipiente a tenuta stagna. Il tempo di riposo va dalle 48 ore alle 6 settimane. Più la miscela rimane in infusione, più la fragranza sarà intensa.

Quando il profumo è pronto, si aggiungono un paio di cucchiai di acqua sorgiva e dopo aver mescolato bene si filtra con un filtro da caffè. Per preservare l’aroma, si può aggiungere un cucchiaio di glicerina. Il profumo va conservato in un contenitore di vetro ambrato.

Perché scegliere il profumo alla cannabis

I profumi alla cannabis, come vi abbiamo spiegato, sono molto diversi tra loro, a seconda di come vengono realizzati. Per questo motivo difficilmente ci si ritrova con lo stesso aroma. L’unicità del profumo alla cannabis e la sua fragranza insolita è una delle caratteristiche che lo rende così particolare e apprezzato.

Inoltre, nel settore dell’aromaterapia, il profumo alla cannabis sembra sia in grado di ridurre le tensioni emozionali e abbia un effetto rasserenante e riequilibrante. Per questo motivo è molto apprezzato anche per profumare gli ambienti.

Un passo verso la normalizzazione della cannabis

Il profumo alla cannabis rappresenta certamente un enorme passo in avanti verso la normalizzazione della cannabis nella società odierna. Sempre più aziende sono incuriosite dal potenziale di questa pianta versatile e sempre più Paesi stanno modificando le proprie leggi per consentirne l’utilizzo. D’altra parte per quale motivo una pianta così incredibilmente utile è stata e continua ad essere condannata?

Il profumo alla cannabis aggiunge un tocco in più al settore della marijuana e al movimento per la legalizzazione. Anche se si è diffuso da poco, pare che abbia riscontrato diverso successo.

Tuttavia è ancora difficile capire se si tratta solo di una moda o se in futuro la cosmetica approfondirà ulteriormente l’utilizzo degli aromi delle piante di cannabis.

Per il momento ci accontentiamo di sentirne parlare. Più se ne parla, infatti, più questa pianta verrà considerata ‘normale’ e i suoi benefici potranno essere sfruttati a tutto tondo.

Scopri tutti i nostri prodotti!

Visita il nostro sito per scoprire tutti i prodotti disponibili e per non perderti le offerte settimanali. Clicca qui!

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]