Carrello
Purple Haze

Purple Haze: storia e caratteristiche

Condividi l'articolo!

La Purple Haze è una delle nostre nuove genetiche di cannabis della linea Hydro Indoor, ottenuta attraverso la selezione dei migliori fenotipi di Canapa Light CBD e i più scrupolosi metodi di produzione, essicazione e conservazione.


 

 

Per quale motivo è viola?

Il colore viola della Purple Haze è dato dai pigmenti predominanti nelle loro foglie, chiamati antociani o antocianine, che sono in grado di assorbire le lunghezze d’onda della luce ad eccezione di quelle inerenti allo spettro indaco. Per questo motivo la pianta sviluppa il colore viola solo alla fine della fase vegetativa, quindi quando sta per fiorire.

 

Per diminuire la clorofilla e aumentare le antocianine, la pianta è coltivata a temperature più fredde per trarre l’Iconico colore Viola.

Come è nata la Purple Haze?

Questa varietà è stata scoperta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1967. Nello stesso anno Jimi Hendrix l’ha resa popolare grazie al suo brano intitolato proprio “Purple Haze”. Secondo alcune fonti il pezzo musicale si riferiva, in realtà, alla sostanza stupefacente LSD sui cartoni viola. Pertanto il nome Purple Haze sarebbe stato dato in memoria di quella sostanza. Altre fonti affermano, invece, che il nome della pianta abbia influenzato a posteriori il titolo del brano di Hendrix.

Si dice che la Purple haze sia l’incontro tra l’oriente e l’occidente del mondo della Cannabis. Deriva, infatti, da un incrocio tra la famiglia delle haze (famosa per la predominanza di cannabis sativa) e dalla purple Thai (famosa genetica sativa proveniente dalla Tailandia).

Un’altra versione sulle origini di questa genetica è quella che considera questa varietà di cannabis un incrocio tra una skunk olandese e una haze tailandese o colombiana. Si parla di una Purple Haze olandese, poiché i diversi ceppi che si trovano in Olanda hanno tutti un aspetto e un sapore molto simile.

Caratteristiche ed effetti della Purple Haze

La Purple Haze trasmette un mix di sapori forti ed intensi con un retrogusto davvero particolare, presentando note dolci e terrose sottolineate da leggerissime note di bacche e spezie piccanti.

Si tratta di una cannabis sativa con alcune tracce di indica ed è una genetica di altissima qualità con un alto contenuto di CBD. E’ sicuramente una delle genetiche preferite dagli amanti della cannabis legale più creativi, anche grazie ai suoi colori davvero vivaci.

Infatti da molti è considerata, di fatto, la regina delle haze, ed è il “genitore” di tantissimi incroci di genetiche, come la Blackhaze, la Purple panty dropper e la Purple afghan kush.

Tra gli effetti più comuni della Purple Haze ci sono la creatività, l’euforia, un senso di benessere psicofisico che aumenta l’appetito. Grazie a questa caratteristica, è utile per contrastare i disturbi alimentari come l’anoressia e l’eliminazione della nausea proveniente da vari problemi di salute e/o terapie.

I suoi effetti, che durano per molte ore, comprendono una sensazione di relax psicofisico. Tuttavia è importante ricordare che alte dosi di Purple Haze possono provocare effetti collaterali come effetti psichedelici, stati d’ansia, paura e attacchi di panico, dilatazione delle pupille, alterazione cardiaca, vertigini e difficoltà di movimento.

E’ nota, inoltre, per essere anche un antidolorifico. In alcuni paesi come l’Olanda, infatti, la Purple Haze è utilizzata come farmaco contro i dolori. Inoltre viene utilizzata come stimolatore delle funzioni cognitive per contrastare i deficit dell’attenzione. Questo è dovuto all’interazione dei cannabinoidi di Haze con i recettori cannabinoidi di tipo CB1 presenti nelle terminazioni nervose.

 

Come avviene la coltivazione?

La coltivazione specializzata Hydro Indoor della nostra infiorescenza è un punto che gioca a suo favore. Questa infatti avviene in ambienti professionali controllati e con metodologie appositamente studiate per noi.

Clicca qui per scoprire come funziona l’idroponica

La coltivazione italiana prevede cicli di fioritura allungati per trarre la percentuale di CBD maggiore possibile. La pianta fiorisce nell’arco di 8 – 9 settimane, quando inizia ad acquisire le sue tipiche vibranti sfumature di lavanda violastra, con alcuni evidenti pistilli arancioni che aggiungono un forte contrasto visivo.

Le nostre piante ovviamente vantano l’assenza di OGM e sono curate in modo da ricreare nei minimi particolari l’ambiente naturale e ideale per stimolare la crescita di questa splendida varietà.

 

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]