Carrello
Canapa shop

Canapa shop: cosa sono e cosa vendono

Il 14 gennaio 2017 è entrata in vigore la legge sulla canapa light e da allora si sono diffusi i growshop, ossia i negozi abilitati alla vendita di cannabis legale. Ma cosa si può acquistare esattamente in un canapa shop? Vediamo insieme di che cosa si tratta e quali sono i prodotti disponibili per l’acquisto.

Cosa sono i canapa shop?

In Italia ormai sono presenti in tutte le città e rappresentano un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della cannabis light. Nel nostro Paese non sono richiesti particolari permessi per poter vendere marijuana legale. I negozi fisici autorizzati alla vendita sono:

I canapa shop, nello specifico, sono definiti tali quando vendono anche i prodotti derivati della cannabis light. Con il termine grow shop, invece, si fa riferimento ai negozi specializzati anche nella coltivazione della cannabis.

Oltre ai negozi fisici, la vendita di canapa è autorizzata anche negli shop online. Molti canapa shop, infatti, hanno anche un sito di appoggio in cui vendono tutti i loro prodotti. Questo permette l’aggiunta di spedizione e consegna a domicilio, fondamentale ad oggi per i clienti. Naturalmente c’è chi sceglie di optare solamente per il negozio online, senza per forza appoggiarsi ad un negozio fisico. Anche in questo caso, la vendita di prodotti di cannabis light è libera e non richiede permessi speciali di alcun tipo.

I vantaggi di un canapa shop online

I negozi online hanno un vantaggio notevole rispetto ai negozi fisici. Inoltre, possono avere una clientela potenzialmente più vasta, residente anche in posti molto lontani. L’acquisto online è diventato fondamentale per moltissimi consumatori, consapevoli dei benefici che lo shop online offre, a differenza del negozio fisico. Vediamo insieme quali sono i principali vantaggi dell’acquisto via internet:

  • Shop aperto h24: é forse il vantaggio più importante. I clienti, infatti, possono acquistare in qualsiasi momento della giornata, qualsiasi giorno della settimana, gestendo al meglio il tempo che desiderano dedicare allo shopping;
  • Prezzi più convenienti: il cliente può facilmente confrontare diversi siti che vendono lo stesso prodotto, scegliendo quello che ha il prezzo migliore;
  • Risparmio di tempo: andare in un negozio fisico richiede molto più tempo e spesso si rischia di non trovare il prodotto desiderato. Per non parlare del fatto che in negozio potremmo trovare altre persone e quindi spendere ulteriormente tempo ad aspettare il proprio turno;
  • Maggiore varietà di scelta: le piattaforme online offrono una vasta gamma di prodotti, anche quando si parla di prodotti difficili da trovare.

Distributori di canapa light

Alcuni canapa shop possono decidere di vendere i loro prodotti anche durante gli orari di chiusura, mettendo a disposizione del cliente un distributore automatico. Anche questo servizio, come gli shop online, è disponibile 24 ore su 24. Tuttavia, un distributore automatico con prodotti di cannabis light può essere aperto anche qualora non si disponga di uno shop fisico vero e proprio.

A differenza dello shop online, il distributore permette al cliente di effettuare l’acquisto e ricevere subito la merce. Questo servizio permette di intercettare anche tutta quella clientela che per vari motivi non si recherebbe mai nei negozi fisici.

Cosa può vendere un canapa shop

Infiorescenze

Le infiorescenze di cannabis light possono essere vendute come prodotti da collezione. Questo significa che non possono essere presentati come prodotti da assumere tramite inalazione o combustione.

Alimenti e bevande

Per quanto riguarda gli alimenti e le bevande c’è tutt’ora parecchia confusione. Alcuni, infatti, sostengono che non possano contenere in alcun modo tracce di THC. Altri, invece, ritengono che possa esserci traccia del tetraidrocannabinolo, a patto che i limiti siano quelli previsti dalla legge. Le tisane, nello specifico, non possono contenere in alcun modo tracce di THC.

Semi

In Italia è possibile vendere legalmente anche i semi capaci di sviluppare piante di marijuana con alto contenuto di THC. Anche questa vendita però deve essere presentata come attività collezionistica e il venditore non può fornire al cliente materiale informativo su come far sviluppare la pianta. La vendita dei fertilizzanti invece è lecita, anche se avviene unitamente a quella dei semi.

Cosmesi

Nel caso della cosmesi, il problema della possibile illiceità dei prodotti non si pone, a patto che la parte che si utilizza sia l’olio derivante dalla spremitura dei semi, che non contiene THC.

Abbigliamento

Alcuni canapa shop integrano nel loro punto vendita anche l’abbigliamento. La canapa, infatti, è un materiale naturale utilizzato da sempre anche per la realizzazione di qualsiasi tipo di filato. I tessuti realizzati con la canapa sono traspiranti, freschi, resistenti ai lavaggi, adattabili per qualunque tipo di indumento. Di solito nei grow shop si trovano magliette e t-shirt realizzate con la canapa, ma nei negozi più forniti si possono trovare tessili di altro tipo, come copriletti, pantaloni, tende e molto altro.

Gadget

Molti canapa shop offrono ai loro clienti anche una vasta gamma di gadget, che hanno come soggetto principale la foglia di marijuana. Si possono trovare tazze, poster, accendini, calamite, portachiavi, apribottiglie, tappetini per mouse, scatole portaoggetti, e molto altro.

I canapa shop sono attività legali?

Ovviamente si, i canapa shop sono attività completamente lecite, anche se in passato si sono verificati episodi di denunce per alcuni negozianti. Tuttavia, sono stati risolti nella quasi totalità dei casi con assoluzioni e restituzione dei prodotti, in quanto il livello di THC presente era inferiore ai limiti stabiliti dalla legge. Un negozio di cannabis legale, infatti, può vendere la canapa e i suoi derivati solamente se rispetta il contenuto massimo di thc pari allo 0,6% e se utilizza sementi registrate nell’Unione europea.

Resta comunque il divieto di combustione della canapa: anche se si tratta di prodotti contenenti un bassissimo livello di thc, non è possibile fare un uso del prodotto diverso da quello per il quale è stato concepito. Se la percentuale di tetraidrocannabinolo dovesse superare la soglia massima, si può disporre il sequestro o la distruzione della coltivazione, con esclusione della responsabilità dell’agricoltore.

CBD Therapy, il tuo negozio online!

Noi di CBD Therapy abbiamo scelto di offrire ai nostri clienti uno shop online, dove poter acquistare i prodotti 24 ore su 24. I nostri coltivatori producono Cannabis Light ed oli di CBD di altissima qualità naturali al 100%, estratti dalle migliori colture di canapa italiane.

Per visitare il sito e scoprire tutti i nostri prodotti, clicca qui!

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]