Carrello
Cannagar

Cannagar: i sigari di Cannabis

Condividi l'articolo!

Cos’è un Cannagar?

 

Untitled design 44


Un Cannagar è un sigaro di cannabis fatto comprimendo la cannabis attorno ad uno spiedino e poi arrotolandolo con foglie di canapa o di cannabis. Il processo di compressione della cannabis intorno allo spiedino crea un sigaro a combustione lenta e dal sapore pieno che dura per ore. Questo tipo di roll compresso era originariamente conosciuto come “Thai Stick”. Il termine Cannagar è stato creato di recente per indicare un Thai Stick arrotolato in foglie di cannabis.

Cos’è un Thai Stick?

I Thai Sticks sono nati in Thailandia, il che non dovrebbe sorprendere troppo visto il nome. Non è chiaro quanto siano vecchi, ma i Thai Sticks sono stati certamente utilizzati per diversi secoli, dato che i fumatori probabilmente li hanno inventati subito dopo che l’erba è stata resa popolare in Thailandia. I Thai Sticks sono solo una delle tante innovazioni della cannabis che hanno avuto origine in Thailandia, insieme al bong.

Furono introdotti in America dopo la guerra del Vietnam, quando i soldati tornarono negli Stati Uniti con questi potenti blunt. E gli americani se ne innamorarono immediatamente per il loro effetto “sballo“. Molti credevano che i Thai Sticks di un tempo contenessero oppio, ma nessuno lo sa con certezza. In realtà, è probabile che fosse l’olio di hashish usato per legarli a suggerire questa convinzione. I cannagar originali, infatti, erano probabilmente più potenti dell’erba americana dell’epoca.

Il Thai Stick è il Cannagar originale. Negli anni ’70 di solito venivano fatti legando strettamente una corda di canapa attorno alla cannabis su uno spiedino, coprendola di oppio e lasciandola poi stagionare per mesi. Il risultato finale è un Cannagar dall’aspetto più grezzo. Dato che la cannabis è così compressa, i Thai Sticks possono bruciare per ore, pur fornendo un hit morbido e un’estrazione facile grazie al foro lasciato dallo spiedino.

Qual è la differenza tra un Thai Stick e un Cannagar?

Poiché i Cannagar sono un termine relativamente nuovo, c’è ancora molta confusione e dibattito sulla sua definizione nella comunità della cannabis. Noi crediamo che sia i Thai Sticks che i Cannagar siano cannabis compressa su uno spiedino e l’unica cosa che li separa è il materiale per rollare. I cannagar sono solitamente arrotolati in foglie di canapa o di cannabis, mentre i Thai Sticks possono essere arrotolati in qualsiasi cosa.

Quanto dura un cannagar?

Dipende! La durata può variare da 30 minuti a 4 ore, a seconda della misura e del numero di persone che ne fa uso contemporaneamente.

Posso comprare cannagar preconfezionati?

I cannagar acquistati in negozio sono difficili da trovare e costano centinaia di dollari. Risparmiate i vostri soldi e fateveli da soli!

Come fare un Cannagar?

Usando uno stampo apposito, potete facilmente fare un Cannagar in 4 passi. Confezionate il fiore nello stampo, conservatelo per qualche ora, avvolgetelo in un involucro di canapa integrale e godetevelo.

Come si accende?

Usa un accendino a torcia e arrostiscilo come un marshmallow finché non ottieni una bella combustione uniforme. Assicurati che l’estremità sia completamente accesa prima di iniziare a fumare.

Come posso fare in modo che rimanga insieme quando lo tolgo dallo stampo?

 

La chiave per un gran sigaro di cannabis è la compressione. Assicurati di comprimere un po’ alla volta e di premere forte sullo strumento di compressione ogni volta. Se il tuo nucleo è compresso correttamente, non dovresti avere problemi.

Cosa succede se non ho tempo di conservare il mio stampo Cannagar imballato?

Consigliamo di conservare lo stampo confezionato in un luogo fresco e asciutto per almeno 3 ore. I cannagar che rimangono nel loro stampo per alcuni giorni danno hit più lisci e mantengono permanentemente la loro forma. Se hai fretta, dovresti comprimere il nucleo del cannagar il più possibile, impacchettandolo un po’ alla volta e premendo forte sullo strumento di impacchettamento. Lascialo nello stampo il più a lungo possibile e quando lo togli arrotolalo subito in modo che mantenga la sua forma.

 

Devo lasciare il mio cannagar nello stampo per 3 ore?

È consigliato, ma non obbligatorio. Manterrà la sua forma e tirerà molto meglio quanto più a lungo lo lascerai nello stampo, ma quanto a lungo lo lascerai comprimere dipende da te. Il tempo minimo è di 30 minuti.

Il mio stampo Cannagar diventa appiccicoso dopo diversi usi. Cosa devo fare?

Pulire lo stampo con un cotton fioc e dell’alcool rende più facile smontarlo. Assicurati di pulire solo l’interno del tuo Stampo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]