galateo della cannabis

Galateo della cannabis: ecco le regole principali

Condividi l'articolo!

Non parliamo di un testo scritto, con regole rigide e assolute, ma parliamo di accorgimenti, buon senso, educazione. Il galateo della cannabis “impone” regole semplici, tuttavia è bene esserne a conoscenza, soprattutto se siete nuovi al mondo della marijuana. E no, non andate certo davanti a un giudice se non le seguite, ma potreste diventare una compagnia non del tutto piacevole per i vostri amici. I consumatori di erba, chiamati “stoner“, tendono a seguire un’unica linea guida durante l’assunzione di cannabis per evitare gaffe e situazioni imbarazzanti. Tuttavia dobbiamo sottolineare che queste linee guida possono essere modificate e personalizzate a seconda delle preferenze.

Se siete nuovi del mondo della cannabis e volete saperne di più, continuate a leggere!

Galateo della cannabis: cosa fare

Molti blog parlano del galateo della cannabis sulla base di stereotipi americani piuttosto astratti. Al giorno d’oggi, infatti, la marijuana non viene assunta solo da hippies e adolescenti strafatti, ma viene utilizzata da ogni genere di persona. I luoghi scelti per condividere questa esperienza possono essere infiniti, da un’abitazione privata ad un evento particolare. In ogni caso, le regole principali da tenere in considerazione sono:

  1. Portare la propria cannabis da condividere: se state partecipando per la prima volta ad una sezione di “fumo”, non succede niente se vi presentate a mani vuote. Tuttavia non dovrebbe essere un’abitudine. Il galateo della cannabis, infatti, dice che è buona usanza portare il proprio prodotto per condividerlo con gli altri stoner. Se per vari motivi non potete procurarvela, allora potete ugualmente contribuire a livello economico;
  2. Offrire il primo tiro agli ospiti: in questo caso è necessario usare il buon senso e le regole basi di educazione. Nel caso in cui abbiate ospiti e l’erba è vostra, offritela; se siete in casa d’altri e l’erba l’avete portata voi, offrite comunque il primo tiro. Se, invece, rollate l’erba di qualcun altro, offrite ad altri il privilegio di accendere la canna;
  3. Passare la canna: nei gruppi di fumatori consolidati, gli spinelli vengono passati di continuo in senso orario. In realtà potete farlo sia verso sinistra che verso destra, l’importante è stabilire un ordine fisso e seguirlo per tutta la durata della seduta;
  4. Pulire la propria erba: se avete portato i vostri prodotti, toccherà ad ognuno di voi pulire e preparare la propria erba, eliminando i semi e le fogliettine, in maniera tale che sia pronta per l’uso;
  5. Chiedere se va bene utilizzare il tabacco: alcune persone preferiscono mescolare l’erba con altre sostanze, come ad esempio il tabacco. Tuttavia non tutti la pensano così, pertanto se non conoscete tutti i membri del gruppo e le loro preferenze, è opportuno chiedere;
  6. Essere educati: a prescindere che conosciate o meno gli altri membri del gruppo, il galateo della cannabis vuole che l’educazione sia al primo posto. L’aspetto più divertente di queste occasioni è che si ha la possibilità di conoscere molte persone. Ricordate, però, che siete lì per lo stesso interesse e questo dovrebbe bastare per un minimo di buone maniere;
  7. Ammettere se si è malati: il buon senso vi direbbe di evitare una seduta di gruppo se siete malati e soprattutto contagiosi. Passarsi uno spinello pieno di virus non è sicuramente lo scopo della condivisione. Se volete comunque partecipare, almeno rollate uno spinello solo per voi, spiegando il motivo agli altri. Sicuramente lo apprezzeranno;
  8. Rispettare le tradizioni altrui: se siete appena entrati in una nuova cerchia di stoner, dovete essere consapevoli del fatto che potrebbero avere usanze diverse da quelle a cui siete abituati. Potete chiedere e informarvi prima di iniziare la seduta, senza timore di essere giudicati. Cercate di essere educati, le regole della casa vanno sempre rispettate;
  9. Rispettare la privacy: che siate nuovi nel gruppo o che abbiate il vostro circolo abituale, la privacy è sicuramente una delle cose più importanti. Non pubblicate sui social media foto del vostro gruppo senza chiedere il permesso agli altri membri. Molte persone, infatti, non dichiarano in pubblico di consumare erba, ma preferiscono tenerlo per sé. Inoltre, evitate di parlare di ciò che avviene durante una sessione di fumo, nemmeno tramite messaggi. Ricordate, quello che succede all’interno di un circolo di fumatori, rimane all’interno del circolo di fumatori.

Galateo della cannabis: cosa non fare

Nel paragrafo precedente vi abbiamo elencato le regole principali dettate dal galateo della cannabis. Di seguito, vi diremo, invece, cosa non bisogna fare quando prendete parte ad una sessione:

  1. Evitare pressioni: può capitare che all’interno del gruppo ci sia qualcuno che preferisce non fumare. In questo caso, evitate di fare pressione cercando di convincere il soggetto. Quando si consuma cannabis ognuno dev’essere libero di decidere se farne o non farne uso, senza sentirsi costretto. Pertanto, offrite la canna al vicino e lasciate che sia lui a decidere se accettarla o meno;
  2. Non fumare se non è il proprio turno: può capitare che, dopo un paio di giri, qualcuno si sbagli a passare l’erba. State attenti, se non è il vostro turno siate onesti e fatelo presente, gli altri lo apprezzeranno sicuramente;
  3. Attenzione a non sbavare sullo spinello: per evitare che accada, potete proporre l’uso dei filtri. Ad ogni modo, fate sempre attenzione a come e quando le vostre labbra toccano lo spinello. Vi fumereste una canna piena di saliva altrui?;
  4. Se non si sa rollare, bisogna ammetterlo: non abbiate timore di essere giudicati, piuttosto che presentare una canna mezza aperta e stropicciata, ammettete di non saper rollare e lasciate il compito a qualcuno di più esperto;
  5. Evitare di finire il fondo della canna: quando è il vostro turno, cercate di non consumare completamente la cannabis lasciando un po’ di fumo per il prossimo. Fate qualche breve boccata e passate la canna al vicino;
  6. Non imporre la propria musica: ascoltare la propria musica preferita durante una sessione può essere rilassante, ma ricordate che i gusti musicali possono variare. Evitate di imporre solo la vostra selezione musicale, concedete agli altri di scegliere le loro canzoni preferite;
  7. Evitare di soffiare il fumo in faccia agli altri: questo gesto è considerato maleducato in ogni contesto. Se per errore accade, chiedete scusa immediatamente.

Conclusioni

La maggior parte delle regole del galateo della cannabis sono dettate dal buon senso, pertanto non dovrebbero stupirvi. La cosa fondamentale è rispettare gli altri e l’ambiente in cui vi trovate. Dopo aver letto queste semplici regole di base siete pronti… buon divertimento!

Noi di CBD Therapy vi aspettiamo nel nostro negozio, dove potrete trovare cannabis light e tanti altri prodotti di alta qualità da condividere con gli amici e offerte settimanali imperdibili. Cosa state aspettando? Cliccate qui!

 

 

FAQ

La cannabis, in particolare i suoi principi attivi come il THC e il CBD, può influenzare il cervello in diversi modi, come riportano gli studi:

  1. Alterazione della percezione: il THC agisce sui recettori cannabinoidi nel cervello, alterando la percezione sensoriale, il pensiero e il coordinamento motorio. Questo può portare a cambiamenti nella percezione del tempo, dello spazio e delle sensazioni fisiche;
  2. Effetti sulle emozioni: la cannabis può influenzare le emozioni, causando stati di euforia, relax o ansia a seconda della dose e della sensibilità individuale. Il CBD, d’altra parte, può avere effetti ansiolitici e calmanti, attenuando alcuni degli effetti negativi del THC;
  3. Memoria e apprendimento: l’uso cronico di cannabis, in particolare quando inizia in giovane età, può influenzare la memoria e le capacità cognitive. Il THC può interferire con la formazione e il recupero della memoria a breve termine;
  4. Sistema endocannabinoide: la cannabis agisce sul sistema endocannabinoide del cervello, che regola una serie di funzioni fisiologiche e cognitive, tra cui l’umore, la memoria, l’apprendimento e la percezione del dolore;
  5. Effetti a lungo termine: l’uso cronico di cannabis può essere associato a cambiamenti strutturali e funzionali nel cervello, specialmente nelle regioni coinvolte nella memoria, nell’attenzione e nel controllo delle emozioni.

La cannabis può avere effetti piacevoli e ricreativi per alcuni individui, tuttavia è importante considerare gli effetti potenzialmente negativi. Inoltre, gli effetti dipendono anche dalla composizione chimica della pianta, dalla quantità di THC e CBD e dalla sensibilità individuale.

La cannabis è stata oggetto di ricerca per il trattamento di una serie di condizioni mediche:

  1. Dolore cronico: la cannabis può alleviare il dolore cronico, inclusi quelli muscoloscheletrici, neuropatici e infiammatori;
  2. Disturbi dell’umore: può avere effetti antidepressivi e ansiolitici, alleviando temporaneamente i sintomi dell’umore;
  3. Nausea e vomito: riduce la nausea e il vomito associati a chemioterapia, HIV/AIDS e altre condizioni mediche;
  4. Appetito e perdita di peso: aumenta l’appetito ed è usata per trattare i sintomi associati a malattie come l’HIV/AIDS e il cancro;
  5. Spasmi muscolari: riduce i spasmi muscolari legati a condizioni come la sclerosi multipla e la lesione midollare;
  6. Epilessia: può ridurre la frequenza e l’intensità delle crisi epilettiche in alcuni pazienti con forme resistenti ai trattamenti convenzionali;
  7. Glaucoma: abbassa la pressione intraoculare;
  8. Disturbi del sonno: ha effetti sedativi e può trattare l’insonnia e altri disturbi del sonno;
  9. Infiammazione: ha proprietà anti-infiammatorie, utile per condizioni come l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali;
  10. Disturbi neurodegenerativi: può avere effetti neuroprotettivi, potenzialmente rallentando la progressione di malattie come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer.

Gli studi hanno evidenziato i potenziali effetti rilassanti della cannabis. I motivi sono diversi:

  1. Effetti sul sistema nervoso: i cannabinoidi presenti nella cannabis, come il THC e il CBD, interagiscono con il sistema endocannabinoide nel corpo, che regola molte funzioni fisiologiche, inclusi lo stress, l’ansia e il rilassamento;
  2. Riduzione dell’ansia: alcune persone sperimentano una diminuzione dell’ansia quando assumono cannabis, il che può contribuire a una sensazione di rilassamento generale;
  3. Effetti sedativi: alcune varietà di cannabis, in particolare quelle ricche di CBD, possono avere effetti sedativi che favoriscono il rilassamento e possono aiutare a migliorare la qualità del sonno;
  4. Modulazione del dolore: la cannabis può ridurre la percezione del dolore, il che può contribuire al rilassamento muscolare e al benessere generale;
  5. Effetti sul sistema nervoso centrale: la cannabis può influenzare l’attività del sistema nervoso centrale, inducendo una sensazione di calma e rilassamento.

È importante notare che gli effetti della cannabis possono variare da persona a persona e dipendere anche dal dosaggio, dal tipo di cannabis utilizzato e dalle circostanze individuali.

🗒

Cronologia revisioni

Lascia un commento